DIRITTO CANONICO

JO026 – Diritto canonico ortodosso bizantino: attualità e problematiche

I. COZMA

Informazioni sul corso

Professore: Ioan Cozma ioancozma@yahoo.com

Programma: Lun. I-II, Mer. I-II, Ven. III-IV, 1° sem., 2 cr., 3 ECTS [31/X – 25/XI]

Contenuto

Nella sua evoluzione, il diritto canonico ortodosso bizantino ha acquistato una certa particolarità che lo rende unico rispetto al diritto canonico della Chiesa cattolica. Il divorzio e le seconde/terze nozze, l’applicazione del principio dell’economia, la manifestazione della sinodalità, sono ancor oggi punti di discussioni e polemiche tra ortodossi e cattolici. Spesso, le controversie sono sorte sia da interpretazioni erronee, sia da una mancanza di considerazione delle circostanze che hanno generato tali norme e prassi. Il chiarimento dei concetti potrebbe portare a una migliore comprensione della disciplina ortodossa bizantina e prospettare soluzioni canoniche e pastorali adeguate, meno conflittuali e polemiche.

Scopo

Attraverso l’analisi della normativa e della prassi delle Chiese ortodosse bizantine, lo Studente sarà aiutato a familiarizzare con (a) il modo di manifestazione della sinodalità ortodossa, (b) la teologia dell’economia nella vita pastorale, (c) i due concetti relativi al divorzio e alla possibilità di seconde/terze nozze.

Bibliografia

J.H. Erickson, The Challenge of our past, Crestwood 1991;

 

Id., “Oikonomia” in Byzantine Canon Law, in K. Pennington (ed.), Law, Church and Society, Philadelphia 1977, 225-236;

 

P. L’Huillier, The Indissolubility of Marriage in Orthodox Law and Practice, in St. Vladimir’s Theological Quarterly 32 (1988) 199-221;

 

L. Lorusso, Forme atipiche della sinodalità ortodossa: le assemblee episcopali nella diaspora ortodossa, in L. Sabbarese (ed.), Strutture sovraepiscopali nelle Chiese orientali, Roma 2011, 283-292.