DIRITTO CANONICO

JP011 – I beni temporali della Chiesa – Titolo XXIII

L. LORUSSO

Informazioni sul corso

Professore: Lorenzo Lorusso, OP lorlorus@libero.it

Programma: Mar. V-VI, 1° sem., 2 cr., 3 ECTS [inizio 15.30]

Contenuto

I. Premesse introduttive e osservazioni generali al Titolo XXIII del CCEO:

  • I beni temporali e il Concilio Vaticano II;
  • Il principio di sussidiarietà;
  • Principi generali circa l’amministrazione dei beni temporali.

 

II. Canoni introduttivi e questioni fondamentali:

  • I fini dei beni;
  • Diritto ai beni;
  • Indipendenza;
  • Soggetto di dominio;
  • Autorità del Sommo Pontefice;
  • Dimensione ecclesiale.

III. Acquisto, amministrazione, contratto e alienazione.

IV. Pie volontà e pie fondazioni.

Scopo

Presentare nel contesto del Codice il quadro entro il quale si collocano i beni temporali e la loro finalità, attraverso le definizioni giuridiche.

Bibliografia

J.C. Perisset, Les biens temporels de l’Église, Paris 1996;

 

J.P. Schouppe, Elementi di diritto patrimoniale canonico, Milano 1997;

 

A.J. Maida & N.P. Cafardi, Church Property, Church Finances and Church Related Corporations: A Canon Law Handbook, St Louis 1984;

 

F.R. Aznar Gil, La administracion de los bienes temporales de la Iglesia, Salamanca 1993.

 

J. Abbass, The Temporal Goods of the Church: A Comparative Study of the Eastern and Latin Codes of Canon Law, in Periodica 83 (1994) 669-714.