LITURGICA

LA023 – La liturgia di Gerusalemme, da Costantino alle Crociate

D. GALADZA

Informazioni sul corso

Professore: Daniel Galadza  daniel.galadza@univie.ac.at

Programma: Lun. I-II, Mar. III-IV, Gio. I-II, 2° sem., 2 cr., 3 ECTS

Contenuto

Il corso esaminerà la storia, la teologia e la liturgia dei cristiani di Gerusalemme e della Palestina, da Costantino fino alle Crociate. Gli argomenti trattati includeranno:

 

  • la storia di Gerusalemme nel periodo tardo-antico;
  • lo sviluppo della sacra topografia della Città Santa;
  • l’aumento dei pellegrinaggi;
  • la teologia sacramentale e le catechesi battesimali;
  • la liturgia stazionale;
  • il monachesimo;
  • lo sviluppo del cristianesimo arabo;
  • la bizantinizzazione liturgica;
  • l’influenza delle Crociate;
  • la situazione odierna della liturgia nel Patriarcato di Gerusalemme.

Scopo

Il corso si propone di esplorare la tradizione siro-orientale attraverso la sua teologia sacramentale, permettendo agli Studenti di riti diversi di riconoscere la specificità di questa tradizione. Ogni Studente dovrebbe essere in grado di percepire ed esprimere la realtà spirituale nelle celebrazioni sacramentali attraverso i segni e i simboli rituali.

Bibliografia

Egeria, Journal de voyage, SC 296, Paris 1982;

 

Cyrille de Jérusalem, Catecheses mystagogicæ, SC 126, Paris 1966;

 

E. Schwartz (ed.), Kyrillos von Skythopolis, Leipzig 1939;

 

O. Limor & G. Stroumsa (ed.), Christians and Christianity in the Holy Land, Turnhout 2006;

 

C. Alzati & L. Vaccaro (ed.), Gerusalemme. Una Città tra Terra e Cielo, Vaticano 2014;

 

A. Renoux (ed.), Le Codex Arménien Jérusalem 121, PO 36/2, Turnhout 1971;

 

B.C. Mercier (ed.), La Liturgie de Saint Jacques, PO 26/2, Paris 1946;

 

M. Tarchnischvili (ed.), Le grand lectionnaire de l’Église de Jérusalem, CSCO 188-189, 204-205, Louvain 1959-1969.