LITURGY

La028 – Liturgia e agiogra a italo-greca

Rinaldo Iacopino, SM

Informazioni sul corso

Professore: Rinaldo Iacopino, SM, rinaldo.iacopino@gmail.com
Programma: 1st sem.

Contenuto

Dopo una panoramica storica sulla Chiesa italo-greca dell’Italia Meridionale, ci soffermeremo sullo spe- ci co di questa antica tradizione liturgica esaminando le tre componenti principali che vanno a costituire il rito italo-bizan- tino: le peculiarità costantinopolitane di matrice studita, i molti in ussi della tradizione cristiana calcedonese del Medioriente (Patriarcati di Alessandria, Gerusalemme e Antiochia) e gli elementi liturgici mutuati dalla tradizione latina. Passeremo poi ad approfondire le caratteristiche della liturgia italo-gre- ca come l’Uf cio della Presvìa, il Rito della Proskomidìa e della Klàsis tou Artou, l’Anno liturgico (ciclo mobile e ciclo sso), l’Orthros, l’Esperinòs e l’Innogra a, per soffermarci sulla ricca Agiogra a ancora oggi particolarmente importan- te grazie alla sua dimensione ecumenica.

Scopo

Attraverso i testi liturgici stampati e manoscritti inediti, il corso si propone di far conoscere questa antica tradizione liturgica assai diversa dall’attuale rito bizantino, caratterizzata da una forte dimensio- ne anamnetica che va a costituire una vera e propria ricchezza della Chiesa indivisa e una peculiarità all’interno del patrimo- nio liturgico della Chiesa italiana.

Bibliografia

R. iacoPino, Il Menològio italo-bizantino di Bova. Codex Barberinianus gr. 371 (ff. 53r-163v), Roma 2015.