LITURGICA

LP008 – Anno liturgico orientale

R. IACOPINO

Informazioni sul corso

Professore: Rinaldo Iacopino, SM rinaldo.iacopino@gmail.com

Programma: Mer. I-II, 1° sem., 2 cr., 3 ECTS

Contenuto

Lo studio di ciò che si può definire “anno di grazia del Signore”, nel quale si fa ἀνάμνησις della storia salvifica, sarà diviso in due parti. La 1a Parte esaminerà le fonti dell’Anno Liturgico comuni a tutte le tradizioni. Ne studierà l’evoluzione storica a partire dalla festa che ne costituisce il centro: la Pasqua settimanale e la Pasqua annuale. Si passerà poi a studiarne il secondo nucleo, cioè le feste del Natale e dell’Epifania, e quindi le feste mariane nate intorno a tale ciclo. La 2a Parte analizzerà l’Anno Liturgico delle diverse Chiese orientali. Di ogni tradizione si esaminerà il ciclo mobile e il ciclo fisso, prestando attenzione alle feste maggiori.

Scopo

Comprendere l’Anno Liturgico come il luogo teologico per eccellenza dove il tempo non è χρόνος (storico/cosmico), ma καιρός, ossia tempo in cui viene attuata e offerta la salvezza, essendo Cristo stesso oggi-σήμερον presente nella sua Chiesa.

Bibliografia

Dispense del Docente; R. Iacopino, Il Typikòn della Cattedrale di Bova. Codex Barberinianus gr. 359 (A.D. 1552), Roma 2014.