LITURGICA

LP018 – La Spiegazione della Divina Liturgia di Nicola Cabasilas. Commento storico, liturgico, teologico

C.G. CONTICELLO

Informazioni sul corso

Professore: Carmelo Giuseppe Conticello  giuseppe.conticello@yahoo.com

Programma: Mer. I-II, Ven. III-IV, 2° sem., 2 cr., 3 ECTS

Contenuto

La Spiegazione della Divina Liturgia di Nicola Cabasilas († 1391/97) è considerata il vertice del pensiero liturgico bizantino. Composta da 53 capitoli, l’opera è nello stesso tempo una spiegazione dettagliata della Liturgia di Giovanni Crisostomo e un saggio teologico personale sul sacrificio dell’altare. L’autore spiega passo passo tutte le parti di cui si compone il sacro rito: preparazione delle offerte, liturgia dei catecumeni, liturgia dei fedeli, riti di conclusione, aprendo spesso delle parentesi di grande importanza teologica (natura del sacrificio, comunione misteriosa dei giusti defunti, ἐπίκλησις…). La Spiegazione ha avuto una diffusione importante in ambito greco, russo e latino.

Scopo

Attraverso un’attenzione al pensiero di Cabasilas e all’analisi puntuale della terminologia liturgica, si vuole aiutare lo Studente ad acquisire una conoscenza precisa della struttura della liturgia bizantina e dei suoi fondamenti teologici.

Bibliografia

Nicola Cabasilas, Explication de la Divine Liturgie, SC 4 bis, Paris 1967;

 

Cabasila, Commento della Divina Liturgia, Introduzione di A.G. Nocilli, Padova 1984;

 

Y. Spiteris & C.G. Conticello, Nicola Cabasilas Chamætos, in C.G. Conticello (ed.), La Théologie byzantine et sa Tradition, Turnhout 2002 [con bibliografia esaustiva];

 

A. De Nicola, Alcuni temini liturgici nella “Spiegazione della divina liturgia” di Nicola Cabasilas, in Saggi e documenti di letteratura religiosa medievale (1975) 127-152.