STORICA

SA013 – Il Concilio di Firenze: un appuntamento ecclesiale mancato?

L. PIERALLI

Informazioni sul corso

Professore: Luca Pieralli lp63@libero.it

Programma: Gio. V-VI, 1° sem., 2 cr., 3 ECTS

Contenuto

Il corso si propone di rispondere, su base storica e documentaria, all’interrogativo posto nel titolo. Le lezioni saranno così articolate:

 

  • Presentazione degli studi e delle interpretazioni del Concilio fiorentino;
  • Le fonti sul Concilio;
  • Preparazione del Concilio: rapporti tra Greci e Latini durante il pontificato di Martino V; i Greci al Concilio di Basilea;
  • Il trattato di Ferrara nei mesi marzo-agosto 1437;
  • Le sessioni pubbliche a Ferrara prima e dopo l’arrivo dei Greci;
  • Motivi dello spostamento del Concilio a Firenze e sessioni pubbliche
    ivi celebrate;
  • Colloqui e trattative relative all’unione all’interno del gruppo dei Greci e tra Greci e Latini;
  • Storia e testo della bolla d’unione;
  • Promulgazione dell’unione di Firenze con i Greci, con gli Armeni, Etiopi, Copti e con gli altri Orientali;
  • Il significato del Concilio di Firenze per l’ecumenismo odierno.

Scopo

A differenza di tutti i grandi concili, convocati con scopi dogmatici e disciplinari, il concilio di Firenze fu voluto e preparato come un concilio di “unione”. Nel corso delle lezioni chiariremo la natura “atipica” di questo concilio e mostreremo il contributo che lo studio storico e critico di quest’evento può fornire all’ecumenismo odierno.

Bibliografia

J. Gill, The Council of Florence, Cambridge 1959 (trad. it. Il Concilio di Firenze, Firenze 1967);

 

V. Peri, Il Concilio di Firenze: un appuntamento ecclesiale mancato, in Il Veltro 27 (1983) 197-217.