TEOLOGICO-PATRISTICA

TA028 – La spiritualità slava

R. CEMUS

Informazioni sul corso

Professore: Richard Cemus, richard@pontificio-orientale.it

Programma:  Gio. III-IV, 1° sem., 2 cr., 3 ECTS

Contenuto

Considerati “operai dell’ultima ora”, in quanto cristianizzati solo alla fine del X secolo, i Russi furono considerati a lungo privi di originalità. Eppure hanno saputo darsi, tramite le icone e la liturgia stessa, una identità che suscita oggi un crescente interesse in Occidente.

Scopo

Il corso non si propone di scoprire cose del tutto nuove, ma di presentare i modi originali della percezione della tradizione bizantina, quali una sorprendente apertura agli influssi spirituali esterni e una promettente disposizione al dialogo ecumenico.

Bibliografia

I. Kologrivov, I Santi russi, Milano 1977;

 

T. Špidlík (ed.), I grandi mistici russi, Roma 1977; Id., L’Idea russa. Un’altra visione dell’uomo, Roma 1995;

 

G.P. Fedotov, The Russian Religious Mind, Cambridge 1946.