TEOLOGICO-PATRISTICA

TP009 – La Semprevergine e Madre di Dio Maria nell’Oriente cristiano

P. Zannini

Informazioni sul corso

Professore: Paolo Zannini, OSM, pazanni@tin.it

Programma:  Mar. I-II, 1° sem., 2 cr., 3 ECTS

Contenuto

  • Analisi degli sviluppi dell’immagine di Maria nel passaggio dalla S. Scrittura alla Teologia patristica.
  • L’immagine storico-salvifica della Vergine nei Padri apostolici e apologisti.
  • L’immagine ascetico-spirituale di Maria nella successiva patristica greca.
  • L’immagine dogmatica di Maria nei concili di Efeso (431) e di Calcedonia (451) con riflessi liturgici, innografici ed ecclesiali, nell’ambito della “cristologia concreta” di Romano il Melode.
  • La teologia simbolica dei Padri siriaci colta nella sua dimensione mariologica.
  • Sguardo alla teologia liturgica bizantina e alle liturgie orientali contemporanee per cogliere le peculiarità mariane di ciascun rito.

Scopo

Attraverso l’analisi dei testi patristici presentare lo sviluppo delle immagini teologiche di Maria; cogliere nelle liturgie orientali l’onnipresenza di Maria; constatare come l’Oriente cristiano attesti che «[Maria] riunisce per cosi dire e riverbera i massimi dati della fede» (LG 65)

Bibliografia

G. Gharib & E. Toniolo & L. Gambero & G. Di Nola (ed.), Testi Mariani del primo millennio, 1-4, Roma, 1988-91;

 

B. Buby, Mary of Galilee, 3, New York 1997;

 

P. Zannini, Mistagogia mariana di Efrem Siro, in Theotokos 10 (2002) 219-250; Id., Romano il Melode e le origini della mistagogia mariana a Bisanzio, in Marianum 71 (2009) 361-419. J. Ledit, Marie dans la liturgie de Byzance, Paris 1976;

 

A. Kniazeff, La Mère de Dieu dans l’Église Orthodoxe, Paris 1990.