TEOLOGICO-PATRISTICA

TS019 – La preghiera in autori e testi della Chiesa siriaca antica (III-V sec.)

E. VERGANI

Informazioni sul corso

Professore: Emidio Vergani emidio.vergani@tiscali.it

Programma:  Gio. V-VI, 2° sem., 2 cr., 5 ECTS

Contenuto

Da una parte Dio dona sempre, gratuitamente, ancor prima che l’uomo chieda, o anche senza che abbia chiesto (Efrem, Inno sulla Chiesa 22,5), dall’altra apprezza e accoglie la preghiera che egli stesso suscita, perché essa, anche quando l’orante si trova nell’inquietudine o in stato di necessità, è in grado di «risvegliare la salvezza» (Inno contro le dottrine erronee 33,1).

Scopo

Muovendo da questo genere di paradossi efremiani, il seminario si propone di esaminare e discutere alcuni significativi testi siriaci sulla preghiera, valutando l’originalità dell’apporto di Efrem nello sviluppo della tradizione siriaca tra III e V secolo.

Bibliografia

S. Brock, The Syriac Fathers on Prayer and the Spiritual Life, Kalamazoo 1987;

 

M. Nin, Una preghiera attribuita a Sant’Efrem Siro: edizione e traduzione, in E. Carr (ed.), “Spiritus spiritalia nobis dona potenter infundit”: a proposito di tematiche liturgico-pneumatologiche, Roma 2005, 331-345;

 

P. Bettiolo, Sulla Preghiera: Filosseno o Giovanni?, in Le Muséon 94 (1981) 75-89.